fare clic per attivare lo zoom
Searching...
Nessun risultato trovato
apri mappa
Vedi Roadmap Satellite Hybrid Terrain La mia posizione schermo intero Precedente Prossimo
Ricerca Avanzata

€ 0 a € 5.000

Altre opzioni di ricerca
Abbiamo trovato 0 risultati. View results
Ricerca Avanzata

€ 0 a € 5.000

Altre opzioni di ricerca
abbiamo trovato 0 risultati
Risultati della ricerca

Carnevale di Oristano – Sa Sartiglia

Postato da Olga on 31 ottobre 2017
| 0

Corsa equestre La Sartiglia

Carnevale di Oristano: l’origine del nome

Carnevale di Oristano – un evento che si svolge ogni anno a febbraio, coinvolgendo un grandissimo numero di turisti e appassionati. Il termine Sartiglia è antichissimo, si fa risalire al medioevo probabilmente da sortilla “anello” o “stella” che caratterizza questa corsa equestre di origini spagnole e ancora più indietro araba.

Si fa comunemente risalire l’origine della Sartiglia al 1500. I nobili spagnoli si dilettavano in questo gioco equestre, nel tentativo di prendere in corsa a cavallo, un anello appeso ad una certa altezza. E’ presente un gioco simile a Maiorca e in altre parti della Catalunya e dell’Italia.

La Sartiglia si differenzia rispetto alle altre corse all’anello, perché è ricca di significati profondi, dati dal popolo stesso nel momento in cui si appropriò di questo gioco, sostituendosi alla nobiltà e trasformandolo in qualcosa di più sacro.

Come si svolge la Sartiglia

Il capo corsa Su Componidori è un essere androgeno, ne’ uomo ne’ donna simbolo della fertilità e della prosperità. Affiancato da su secundu e su terzu, danno inizio ad una corsa di oltre 100 cavalieri il cui unico scopo è centrare con un cavallo in corsa, la stella con un foro al centro.

Più stelle si centrano e più prospera sara’ l’annata seguente. Interessante è seguire la vestizione, il momento in cui l’uomo diventa Su Componidori, e si trasfigura in un essere sacro, non può più toccare terra fino alla fine della corsa.

Tutti gli anni, a febbraio, la città di Oristano si trasforma e la forza della tradizione sprigiona nuova energia ed entusiasmo. Si respira l’emozione della gente insieme ai profumi e alle vibrazioni nell’aria e il turista ne viene totalmente travolto.

Ciò che colpisce è la particolarità delle maschere, la bardatura dei cavalli, la sfilata dei costumi sardi tradizionali, le battute ritmiche dei tamburini e lo squillo ridondante delle trombe.

 

Oristano offe in quei giorni le sue eccellenze gastronomiche quali le tradizionali zippole, maialetto arrosto, seadas e altre prelibatezze della tradizione sarda. Dopo la Sartiglia c’è un’altro evento imperdibile, la Pariglia, dove l’abilità dei cavalieri viene messa a dura prova, stando in equilibrio su 3 cavalli in corsa, facendo figure acrobatiche pericolosissime.

La Sartiglia è un evento pieno di forza e di magia, capace di emozionare e lasciare un segno indelebile nell’animo dello spettatore.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Ricerca Avanzata

    € 0 a € 5.000

    Altre opzioni di ricerca
  • traghettilines

Confronta Annunci